Massimo Volume

    Massimo Volume

    Massimo Volume

    CONCERTI

    I Massimo Volume sono tornati, lo scorso 1° febbraio, con un disco che ha convinto tutti, critica e pubblico. “Il nuotatore“, pubblicato da 42 Records (Cosmo, I Cani, Colapesce, Andrea Laszlo De Simone e tanti altri), è un disco vitale, unico. Il punto d’incontro perfetto tra i primi lavori della band, quelli che in qualche modo hanno contribuito a creare la cultura musicale alternativa del nostro paese, e gli ultimi. Ovvero gli album usciti dopo la reunion del 2010 e che hanno imposto e confermato i Massimo Volume come una delle voci più uniche e inimitabili del panorama nazionale. Merito di una formula originale che unisce il parlato e la voce inconfondibile di Emidio Clementi, narratore sopraffino e fiero cantore della sconfitta, alle trame post punk fornite dalla chitarra elettrica di Egle Sommacal e dalla batteria di Vittoria Burattini.

    E così dopo avere fatto registrare il tutto esaurito nei teatri di tutta Italia durante la parte primaverile del tour e avere continuato a calcare i palchi dei più grandi e importanti festival estivi da soli o con i Giardini di Mirò, approdano finalmente alla loro dimensione più congeniale, quella dei live club. Dimenticatevi i posti a sedere quindi, questa volta si torna a spingere sul serio. I Massimo Volume, coadiuvati dal vivo dalla seconda chitarra di Sara Ardizzoni, porteranno sul palco i brani de “Il nuotatore” insieme al meglio del loro repertorio passato. Aspettatevi quindi sorprese, ripescaggi inaspettati e una scaletta rinnovata.

    Ma non finisce qui: contemporaneamente al nuovo tour, la band di base a Bologna annuncia per i prossimi mesi l’uscita di “Stanze“, lo storico primo album, pubblicato da Underground Records, che per la prima volta approderà sulle piattaforme digitali e verrà ripubblicato anche in CD e in una lussuosa edizione limitata in vinile curata proprio da 42 Records. 

    Un vero e proprio box in vinile che oltre alla versione rimasterizzata dai nastri originali dell’album (lavoro di cui si sono occupati Giacomo Fiorenza, produttore anche de “Il nuotatore”, e Andrea Suriani) conterrà anche un documento live risalente proprio al tour di “Stanze” e che verrà pubblicato per la prima volta in vinile.

    Nicola Romani – nicola@dnaconcerti.com