The Soft Moon

    The Soft Moon

    The Soft Moon

    CONCERTI

    Il ritorno dal vivo in Italia con un nuovo album in uscita a settembre

    Luis Vasquez aka The Soft Moon annuncia l’uscita del suo nuovo album Exister il 23 settembre 2022 su Sacred Bones Records e un tour mondiale che toccherà l’Italia con quattro date. Il primo singolo estratto, “Him”, è uscito il 14 giugno accompagnato dal videoclip diretto da Wiggy e Nick Blanco in collaborazione con il producer fish narc, che fa la sua comparsa in tutto il video insieme a Vasquez.  Il secondo singolo invece è “Become the Lies” ed è uscito il 20 luglio. 

     

    Combatto costantemente tra lato buono e lato cattivo. “Him” racconta quella battaglia, esprimendo tutta l’agitazione che provoca nella mia vita” afferma Vasquez, che continua, facendo riferimento alle immagini del video: “mi trovo in continuazione a fuggire via da qualcosa di diabolico che grava sulle mie spalle e che mi spinge verso comportamenti dannosi, quel qualcosa nel video è rappresentato da fish narc”. 

     “Lo scopo di questo disco è di condividere ogni emozione che provo” dice a proposito del disco “non ci sono due canzoni uguali. Riguarda l’esistere nel mondo e provare emozioni sempre diverse nel corso della vita”. E quindi da qui il titolo Exister, un disco radicato nelle gioie estatiche o negli abissi paralizzanti della paura, e di come l’unica alternativa che abbiamo sia di resistere a tutto questo “Exister è il mio modo di dire ‘io sono qui, lo affronto’” afferma Vasquez. 

    Il motivo per cui quest’album è così personale e vicino alla dimensione intima di Vasquez riguarda il fatto che durante la sua stesura, la sua vita ha subito diversi cambiamenti radicali. Durante il lockdown ha lasciato Berlino, sua casa per molti anni, per trasferirsi a Joshua Tree alla ricerca di maggiore spazio musicalmente e personalmente. Infatti, prima di allora, non aveva mai avuto così tanta libertà di espressione tra cui suonare liberamente la batteria, cosa che prima non poteva fare a causa dei vincoli di spazio. 

    Dal punto di vista sonoro, questa maggiore ampiezza restituisce un’espressività accresciuta ed energica, in un vorticare di stili e suggestioni potente ma fragile allo stesso tempo. Sembra essere una sorta di reset musicale per Vasquez, che dalla realizzazione del suo ultimo album, Criminal, non era uscito privo di frustrazioni riguardo specialmente al processo e al risultato finale. “Questo è il primo disco in cui mi sono sentito completamente distaccato dalla mia carriera a causa del COVID e del fatto che non ero in tournée“, dice. “Sembrava che tutti quegli anni prima fossero solo un sogno. Stavo cercando di scrivere musica come se stessi ricominciando da capo“. Ciò si riflette anche in un nuovo approccio lirico che ha abbracciato l’abbandono al flusso di coscienza, consentendo a Vasquez di attingere alle parti più pure e grezze del suo io interiore.

    Non ci resta che attendere la fine dell’estate per poter ascoltare il sesto disco di The Soft Moon e vederlo tornare a suonare dal vivo sui palchi italiani.